Le tipologie di COMMESSA di negozio d'abbigliamento.


Siamo tutti esseri umani e come tali abbiamo i nostri alti e bassi, i nostri modi di fare, la nostra personalità schizzata o tranquilla che sia. 
Ognuno però varia dall'altro in base ad una serie di sfumature più o meno sopportabili che a loro volta si delineano in relazione alla famosa regola delle 5W tanto usata nel giornalismo : chi, cosa, quando, come e perchè. 
Prendere ad esempio milioni di categorie non è il caso ma soffermarsi sulle commesse dei negozi d'abbigliamento ha un suo perchè..
Vediamo infatti che vi sono diverse tipologie interessanti dal punto di vista dello stress psicologico, già fortemente minacciato dal fare shopping, special modo nei periodi di saldi : 

1) La commessa dalla rabbia repressa :

E' quella che con un etto di make-up ben spalmato in viso, seno rifatto e gonne striminzite, appena varchi la soglia del negozio, con fare altezzoso, si sposta il ciuffo di capelli dietro le orecchie, si abbassa gli occhiali, e comincia a puntarti, della serie perchè sei entrato? Tu innocente, in giro per centri commerciali, intimorito, entri lo stesso, inizi a guardare i capi e lei se ne sta lì, a fissarti, bubbolando tra se e se quanto stupidi siano i tuoi shorts. Decidi di provare qualcosa, provi a comunicare con lei che in realtà sta odiandoti con tutta se stessa, perchè gli fai schifo, perchè gli stai antipatico a pelle, perchè non intende darti una mano, perchè forse fa poco sesso e la rabbia repressa accumulata è pari alla montagna di Maometto ma le uniche cose che riesce a dirti sono : " l'unica taglia rimasta è la L e non ne portiamo più" , che tradotto sarebbe : l'uscita è di là
Giri i tacchi e te ne vai. Che te lo dico a fare.

2) La commessa stalker
La commessa stalker è quella che non ha niente di meglio da fare che appicarsi al tuo di dietro per seguirti in ogni singolo angolo del negozio. Diventa la tua ombra, siete un tutt'uno, se sposti una maglia per guardarla lei in una frazione di secondo la rimette a posto. Tu ti giri, la guardi, lei inclina la testa di 30°, ti abbozza un sorriso ad 86 denti, si volta come per tornare al suo lavoro ma quando fai per ripartire lei è li con te, ancora e ancora. Odio.

3) La commessa Dietor :

E' la commessa dolcificante. E' quella che ti fa venire il diabete. Entri ti viene incontro e manca poco ti abbraccia e ti bacia. Poi ti lascia in serenità e quando arriva il momento dei camerini, da il meglio di se. Provi un abito che in tutta sincerità ti sta una cacata ma lei è li, ad aspettarti e quando ti vede non può fare altro che proclamare la tua sconfinata bellezza con indosso quel capo. Sei una meraviglia. Ha il potere di farti credere che sembri davvero decente e quindi compri. Arrivi alla cassa, ti fissa, batte i vestiti, alza la testa, ti sorride. Tu la guardi ma checaaaazz e lei se ne esce con un : "guardavo lo shatush dei tuoi capelli, hai un colore favoloso, vorrei farlo anche io ma non so se.. Ok grazie, Ciao, ci vediamo nel duemilaCredici. 

4) La commessa tamarra :
E' quella che fa comunella con le sue colleghe di lavoro, mette la musica a tutto volume che ti pare d'esse in un Rave, se la ride con le rispettive, al 100% sparlando di te e quando vai per chiederle un informazione, ti ridacchia in faccia. La simpatia insomma.



5) La commessa svendo tutto :
E' quella che ti appioppa kili di vestiti, te li ammucchia sul tavolino, tira fuori valanghe di jeans, te li illustra uno per uno, ad ognuno di questi conferisce attributi che li fanno sembrare lingotti d'oro più che pantaloni e nonostante le tue facce dubbiose e quasi schifate, continua, insiste, resiste, persiste, non demorde. La pazienza rasenta lo zero, direi.

6) La commessa aliena :
E' quella che non parla la tua lingua, che se dici jeans lei capisce t-shirt; è quella che ti fa vedere tutto tranne che la cosa cercata e desiderata. E' quella che sbaglia a farti lo sconto, è quella che ti porta la taglia sbagliata. E' la rincoglionita di turno. 

7) La commessa normale :
E' un essere umano con nessun disturbo ossessivo-compulsivo, dotata di occhi per guardarti da lontano, braccia e mani per porti gli indumenti, orecchie per ascoltare i tuoi bisogni e bocca per sorridere solo quando è necessario. E' colei che cerca di soddisfare le tue esigenze al massimo, rendendosi disponibile in tutto e per tutto, saldi compresi. Entri, fai due chiacchere, qualche sorrisetto, provi ciò che vuoi, paghi, esci e pensi : "qui ci torno di sicuro". 


Se me ne fossi dimenticata qualcuna, siete pregati di farmela presente anche se spero non ci sia molto altro da aggiungere ma se è vero che al peggio che non c'è mai limite, fatevi sotto e non disperate, perchè se vuoi la commessa normale un pò devi pazientare. ;)


Sciaao belliiiii!


Giada.


9 comments